ZAFFERANA, PROSSIMI EVENTI

 

arbore zafferana 17 ago_locandina webRENZO ARBORE E L’ORCHESTRA ITALIANA 17 agosto, 21.30

Dopo 26 anni di Orchestra Italiana, Arbore ammette di soffrire di recidività “Sono recidivo e ne vado fiero. Sono un italiano, un italiano vero”. Con ironia e delicatezza, Renzo Arbore sa come scatenare il suo pubblico. Lo ha fatto ovunque nel mondo con l’Orchestra Italiana e continua ancora oggi a coinvolgere le generazioni dei padri e quelle dei figli. Tre ore dense di spettacolo, durante le quali lo showman foggiano non si risparmia mai per il suo pubblico.  “La scaletta del concerto – spiega Renzo Arbore – coniuga il nuovo e l’antico suono di Napoli: voci e cori appassionati, girandole di assoli strumentali, un’altalena di emozioni sprigionate dalle melodie della musica napoletana che evocano albe e tramonti, feste al sole e serenate notturne, gioie e pene d’amore”. “Al suono di “Reginella”, ad esempio – aggiunge lo showman – vedo il pubblico (di tutto il mondo) cantarne a squarciagola il ritornello di questo celebre brano e, magicamente, farsi trasportare proprio là (a Napoli) nella terra da dove quelle emozioni sono partite”.

 

CLEMENTINO LOCANDINA WEBCLEMENTINO 20 agosto, 21.30

E’ considerato uno dei migliori rapper della scena contemporanea italiana, Clementino proporrà dal vivo tutti i brani tratti dal suo ultimo disco “Miracolo! – Ultimo round” ripercorrendo al contempo tutti i suoi maggiori successi degli ultimi anni. Un attesissimo nuovo tour che lo vedrà protagonista per tutta l’estate, accompagnato dal noto dj e produttore TY1.  Attraverso l’energia incontenibile che da sempre lo contraddistingue sulla scena e grazie alla sua innata dote comunicativa, Ce il rapper napoletano, in quest’inedita e avventurosa dimensione live, è pronto a stupire il grande pubblico con un allestimento tutto nuovo e davvero sorprendente.

L’album| “Miracolo! Ultimo round”, già certificato disco d’oro, è la nuovissima versione deluxe del precedente omonimo album “Miracolo” che si arricchisce di ben sette tracce, moltissimi featuring e collaborazioni, tra cui Guè Pequeno, Fabri Fibra, Giuliano Palma, Rocco Hunt e Salmo. L’album include inoltre il brano sanremese “Quando sono lontano” e la cover “Don Raffaè”, il famoso brano scritto nel 1990 da Fabrizio De André e Massimo Bubola (testo) con le musiche di Mauro Pagani: Clementino ne ha dato un’interpretazione magistrale all’ultimo Festival di Sanremo nella serata dedicata alle cover delle canzoni italiane. Il concerto sarà aperto da EASYONE che presenterà “Stessa pelle” un disco che ha il sapore del sud, che accosta suoni mediterranei, caraibici e urbani, in cui si alternano ritmo e melodia.

 

elio locandina new bassaELIO E LE STORIE TESE 24 agosto, 21.30

E’ davvero un 2016 coi fiocchi quello per gli Elio e le Storie Tese. Dopo aver partecipato a Sanremo con la pirotecnica “Vincere l’odio”, supercanzone con ben sette ritornelli, se ne sono usciti con “Figgatta de blanc”, titolo estroso per un album eclettico e geniale, dove i nostri eroi raccontano a più voci il mondo contemporaneo fra umorismo e lucida follia. Ma, siccome, di stare fermi non se ne parla, eccoli pronti per un nuovo tour. E che tour! Un superlive, un concertone nei palasport dove mancavano da vent’anni. Per questo (ma non solo) sarà meglio non perdersi il “Piccoli energumeni tour”, dove il “complessino di simpatici virtuosi” darà il meglio di sé in uno show intenso e pieno di energia, quasi tre ore di musica e buone vibrazioni. “Obbiettivo del Piccoli Energumeni Tour è dare spettacolo in grandi spazi come palasport, arene e festival all’aperto, per raggiungere più spettatori in un colpo solo. Altri vantaggi del mondo palasport: se viene tanta gente, si simpatizza; se viene poca gente, stanno comodi” spiegano loro fra il serio e il faceto. E garantiscono un live pieno di sorprese, ci saranno un momento dance e uno rock, un Mangoni scatenato, arrangiamenti da perderci la testa e molto altro ancora. Ma non pensate a una celebrazione nostalgica: alla tentazione dell’amarcord gli Eelst dicono no. E guardano avanti. La scaletta? Un peccato svelarla. Vi diremo soltanto che all’appello non mancheranno classici come “Pipppero”, “Il vitello dai piedi di balsa”, “Cara ti amo”, “Servi della gleba”, “Shpalmen” e l’inno finale “Tapparella”. Ma con gli Elii non si sa mai: improvvisazioni, cambi repentini, siparietti estemporanei e sorpresine assortite sono all’ordine del giorno. Insomma, ci sarà da divertirsi. Forza Panino!

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.